X PER GARANTIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA DI NAVIGAZIONE QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIES SCOPRI L'INFORMATIVA SUI COOKIES
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti il miglior servizio possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla nostra Cookie Policy
Castello del Baradello
Data
19/03/2020
Data fine
30/04/2020
Luogo
como
SPORT e TEMPO LIBERO - Presentazioni
Il Castello Baradello si trova all'interno del Parco Spina Verde, nel Comune di Como. Sorge su un colle in splendida posizione panoramica, a nord sul lago di Como e le Alpi, a sud verso la pianura Padana e la città di Milano. La fortificazione del colle Baradello ha origini molto antiche, l'imperatore Federico Barbarossa fece ricostruire il castello nel 1158, sui resti di precedenti costruzioni bizantine del VI secolo. Nello stesso periodo del XII secolo, venne eretta la Torre del Castello. La Torre ha pianta quadrata, circa otto metri e mezzo per lato, alta quasi trenta metri. L'imponente torre è visibile a notevole distanza e rappresenta un punto di riferimento per il primo bacino del lago di Como. Nel castello erano presenti altri edifici: l'antica chiesa di San Nicolò del VI secolo, alloggi per i soldati, magazzini, una cisterna e un locale per la macina del grano con forno. Molte vicende storiche si susseguirono nel corso dei secoli, celebre quella di Napo Torriani che nel 1277 fu rinchiuso in una gabbia per un anno e mezzo da Ottone Visconti vincitore della battaglia di Desio, morì di inedia e fu sepolto nella chiesetta di San Nicolò. Nel 1527, sotto la dominazione spagnola, il castello fu demolito per impedire che i Francesi lo conquistassero, solo la torre fu risparmiata dalla distruzione. Nel XVII secolo il colle divenne un possedimento dei Monaci Gerolomini, nel 1773 passò alla famiglia Venino e in seguito al Cavaliere Castellini. Nel 1903 un comitato cittadino affidò all'architetto Luigi Perrone il compito di restaurare la Torre del Baradello. Teresa Rimoldi ultima erede del Cav.Castellini, nel 1927 donò il Castello e la Torre all'ospedale Sant'Anna e al Comune di Como. L'architetto Luigi Mario Belloni nel 1970 fece un'accurata campagna di scavi e restauri, riportando alla luce interessanti reperti e riscrivendo la planimetria degli edifici scomparsi. Oggi è possibile visitare il museo della Torre, da Aprile a Settembre nei giorni di Sabato e Domenica dalle 14.00 alle 18.00. All'interno, i ritrovamenti archeologici provenienti dagli scavi effettuati negli anni settanta e gli ultimi del periodo che va dal 2008-2010.
Evento organizzato da:
como
Share:
Filtra eventi
ISCRIVITI
ISCRIVITI
Iscriviti alla nostra newsletter
Iscriviti per essere sempre aggiornato sugli eventi locali
Registrati